Prestito per vacanze

Prestiti/Mutui
prestito per vacanze

Vuoi richiedere un preventivo?

Le vacanze si avvicinano e con esse pure il problema di dove trascorrerle.

Per chi ha il problema di poter effettuare le vacanze solo nel mese di agosto, le difficoltà raddoppiano perché si tratta del mese più gettonato nel quale, ovviamente, i prezzi aumentano.

Non mancano, poi, tutti quelli che sognano una vacanza esotica, magari in un paradiso tropicale dove poter soggiornare in resort di lusso. Per tutti questi motivi negli ultimi anni si sta assistendo ad un fenomeno molto particolare che è quello della richiesta di prestiti per sovvenzionare le proprie vacanze.

Il prestito per vacanze è un fenomeno prevalentemente italiano che, però, sta acquistando sempre maggiore importanza tanto che ormai quasi tutte le compagnie offrono prestiti personali per affrontare le spese delle vacanze.

Il meccanismo per la richiesta di prestiti personali per coprire i costi di una vacanza è davvero molto semplice e si riesce ad ottenerlo in pochi giorni.

Come per qualsiasi altro prestito personale oppure per la cessione del quinto, occorre scegliere l’istituto finanziario con il quale stipulare l’accordo. Ovviamente è consigliabile contattare diverse agenzie così da avere più preventivi fra i quali individuare le condizioni migliori per ottenere i soldi necessari. Pure l’importo che si può ottenere è variabile, così come il numero di rate con le quali il prestito si restituirà alla banca o all’istituto finanziario.

I numeri del prestito per vacanze  sono in continuo aumento. Prendendo i dati relativi all’estate 2017, sono circa 98milioni di euro i soldi richiesti sotto forma di prestito dagli italiani che desiderano andare in vacanza. In media ogni richiesta è stata di circa 4100 euro, da restituire in tre anni (ma anche questa è un valore medio).

Se già questi sono numeri da capogiro, stupiscono ancor di più i dati del primo trimestre del 2018. Durante questo periodo l’importo medio richiesto è infatti salito di circa il 15% arrivando ad una media di quasi 4800 euro per singola richiesta.

Ma qual è il profilo principale di chi richiede un prestito personale o la cessione del quinto dello stipendio per pagarsi le vacanze? L’età media dei richiedenti è passata in meno di 12 mesi a 37 anni e 6 mesi (l’anno precedente l’età media era di 40 anni e 1 mese). Questo significativo abbassamento è in parte dovuto al fatto che sono sempre più numerosi i giovani trentenni che ricorrono a questa forma di finanziamento.

Dal 2016 al 2017 si è passati da una percentuale del 15% di under trenta ad una del quasi il 33%. In tutte queste pratiche, dunque, la causale inserita corrisponde al pagamento di viaggi e vacanze.

In realtà, però, il fenomeno è molto trasversale e tocca ogni fascia della popolazione. Il 28% dei richiedenti è infatti compreso nella fascia d’età che va dai 30 fino ai 39 anni mentre un significativo 22% invece si colloca nella fascia fra i 40 e i 49 anni. Per quanto riguarda la posizione lavorativa, stravince la fascia dei lavoratori delle aziende private che, complice anche la cessione del quinto dello stipendio, rappresenta il 77% delle richieste. Nel 12% dei casi, infine, a richiedere un prestito personale per le vacanze è un libero professionista oppure un lavoratore autonomo. Infine, la richiesta di prestito personale parla al maschile: il 75% dei richiedenti è infatti un uomo.

(Visualizzato 85 volte, 1 letture oggi)

Inserisci un commento

Send message via your Messenger App