Cessione del quinto della pensione

Cessione del quinto
cessione del quinto della pensione

La cessione del quinto della pensione è un tipo di finanziamento dedicato ai pensionati.Rientra nella categoria dei prestiti personali.

Leggi l’articolo per approfondire l’argomento.

Cos’è la cessione del quinto pensionati

La cessione del quinto per i pensionati è stata introdotta con un decreto del MEF nel 2016 come estensione della cessione del quinto dello stipendio.

Prima di quella data era infatti possibile accedere a questo tipo di prestito solo ai dipendenti.

Questo prestito ha dato una valida alternativa per l’accesso al credito ai pensionati , spesso limitati dall’età o da altri fattori.

La peculiarità di questo finanziamento è nel calcolo della rata massima che si puo’ impostare. Questa non puo’ eccedere un quinto della pensione netta sempre nel rispetto del reddito minimo stabilito dalla legge.

Il cliente e l’istituto di credito stabiliscono una rata di rimborso che verrà trattenuta direttamente sulla pensione dall’ente previdenziale e versata alla finanziaria come rimborso del prestito.

Ad oggi il minimo da rispettare si sensi di legge è di 502,39€. Quindi se abbiamo una pensione 620€ il quinto massimo non è di 124€ ( 620€/5 )ma è di  117,61€  (620€ -502,39 € ).La durata del prestito va da un minimo di 24 mesi a un massimo di 120 mesi. Non è possibile effettuare prestiti con una durata maggiore.

Inoltre prevede una copertura assicurativa obbligatoria rischio vita. Questa copre contro il rischio di decesso del pensionato prevedendo in questo caso una copertura del debito residuo del finanziamento da parte della compagnia assicurativa.

Cessione del quinto pensionati: come si richiede?

La cessione del quinto per i pensionati può essere richiesta presso qualsiasi istituto di credito che eroga questo tipo di prestito. I documenti necessari da presentare sono i seguenti:

  • Carta d‘identità e tessera sanitaria
  • Modello Cud
  • Prospetto analitico della pensione (Modello Obis-m Inps ) o cedolino pensione
  • Certificato di quota cedibile

La quota cedibile è un documento sulla quale viene indicata la rata massima che si puo’ trattenere per un prestito (che equivale a un quinto della pensione) e alla quale bisogna attenersi scrupolosamente. Nel caso di pensioni gestite dall’inps (quindi anche pensioni Enpals o ex Inpdap ) la quota cedibile può essere scaricata direttamente dalla finanziaria se in possesso di convenzione Inps.

Con la quota cedibile della pensione si puo’ effettuare un calcolo per la cessione del quinto in quanto viene stabilito il quinto cedibile (la rata si puo’ superare in nessun caso l’importo della quota cedibile ).

 

La stragrande maggioranza dei pensionati dipendono dall’Inps ma la cessione del quinto sulla pensione puo’ essere richiesto anche se si percepisce la pensione da altri enti.

Per gli altri istituti previdenziali bisogna fare una richiesta scritta direttamente all’ente per la richiesta della quota cedibile. Di seguito alcuni link utili per la modalità di richiesta per i principali enti

Il pensionato in possesso di questa  documentazione puo’ chiedere la formulazione di un preventivo.

Una volta firmato il contratto si effettua la notifica all’ente previdenziale il quale provvederà a valutare la correttezza contrattuale e il rispetto dei parametri indicati dalla legge.

Per l’erogazione del prestito infatti l’istituto di credito deve essere in possesso del  ‘’benestare ‘’ rilasciato dalla sede Inps di competenza (o dal relativo ente) che conferma la richiesta del finanziamento e l’avvio del piano di ammortamento sulla pensione dal mese successivo.

Richiedi un preventivo gratuito per la cessione del quinto della pensione.

Tempistiche della cessione del quinto della pensione

Le tempistiche per l’erogazione di un prestito mediante cessione del quinto della pensione sono molto rapide , soprattutto se si tratta di pensioni gestite dall’Inps(quindi anche Enpals o ex Inpdap). Infatti la a convenzione tra Inps e gli istituti di credito ha aiutato molto in questo senso consentendo lo scaricamento della quota cedibile e la notifica telematica .

Quindi niente piu’ file all’Inps per la richiesta del certificato di quota cedibile!

Laddove invece il pensionato ha già una prestito con cessione del quinto della pensione con un’altra finanziaria la tempistica si potrebbe allungare.

Si tratta infatti di un rinnovo della cessione e la finanziaria dovrà contattare la controparte per richiedere il conteggio estintivo per effettuare l’estinzione del finanziamento in corso.

Il rinnovo della cessione del quinto dei pensionati deve rispettare le normative e le tempistiche della cessione del quinto sullo stipendio.

Per perfezionare la pratica di rinnovo dovrà inoltra inviare la liberatoria alla sede Inps (o al relativo ente ) che altrimenti non darà seguito alla richiesta di prestito.

Come indicato anche nel certificato di quota cedibile non sono previsti due prestiti con cessione del quinto su una pensione. Il finanziamento mediante cessione del quinto pensionati può però coesistere con un pignoramento presente sulla pensione.

Chi puo’ accedere

Questo prestito può essere erogato ai titolari di pensione di reversibilità o di tipo contributiva  erogata in via definitiva.

Anche se la stragrande maggioranza dei pensionati dipendono dall’Inps il prestito con cessione del quinto per i pensionati può essere richiesta anche da pensionati di altri enti previdenziali.

Non possono essere erogati ai titolari delle seguenti pensioni:

  • Assegni sociali
  • Invalidità civili
  • Assegni di sostegno al reddito
  • Pensioni minime

E’ possibile richiedere la cessione del quinto della pensione di invalidità solo in caso il pensionato percepisca anche una pensione contributivà o di reversibilità.

In questo caso la quota cedibile verrà calcolata solo sulla pensione di lavoro. Quindi percependo 500€ di pensione di invalidità e 1000€ di pensione contributiva o di reversibilità la rata massima sarà di 200€.

 

Cessione del quinto della pensione e pignoramento

 

La cessione del quinto della pensione non puo’ coesistere con altre trattenute volontarie (quindi con altri prestiti).Infatti l’ente previdenziale deve tutelare il pensionato e il proprio redditto e non concede piu’ di un prestito sulla pensione.

Pero’ c’è la possibilità di ottenere una cessione del quinto della pensione anche in presenza di un pignoramento sempre che la somma delle due trattenute non superi il 40% del netto della pensione.

Puo’ essere in questo caso che la rata massima che possiamo cedere sia inferiore al quinto perchè magari il pignoramento supera il 20% della pensione. Questo calcolo viene effettuato sempre aulla quota cedibile.

Prestito per pensioni cointestate

Qualora abbiamo una pensione cointestata possiamo richiedere la cessione del quinto della pensione.

In questo caso la quota cedibile sarà calcolata solo sulla nostra parte e non su tutta la pensione.

Il quinto cedibile quindi non corrisponderà al quinto della pensione totale ma sarà piu basso.

I casi in cui la pensione puo’ essere cointestata sono per esempio in caso di pensioni di reversibilità con minori a carico o con a carico figli invalidi.

Nel caso specifo delle pensioni Inps la quota cedibile non puo’ essere scaricata telematicamente ma dovremo recarci allo sportello per farci rilasciare una quota cedibile calcolata maualmente.

Potremo poi effettuare la richiesta per la cessione del quinto pensionati.

Vantaggi della cessione del quinto della pensione

La cessione del quinto  ha introdotto una valida alternativa ai prestiti personali classici per i pensionati. I vantaggi infatti sono molteplici:

Età richiedente

Al contrario dei prestiti personali la cessione del quinto della pensione prevede una flessibilità maggiore sull’età del richiedente. Infatti alcune società prevedono la possibilità di arrivare a scadenza del contratto anche fino  a 87 anni

Questo è possibile chiaramente grazie all’obbligo di sottoscrizione di una assicurazione rischio vita.

Infatti la cessione del quinto della pensione in caso di morte prevede che la compagnia assicurativa copra il debito residuo del prestito senza che nulla possa essere poi chiesto ad eventuali eredi.

Questo è una garanzia soprattutto per il coniuge che andrà a percepire la pensione di reversibilità e in caso di morte riceverà il reddito senza dover continuare a pagare il prestito con il quinto

Anche con dati negativi in banca dati

Un altro vantaggio è relativo alla possibilità di poter accedere al prestito anche in presenza di prestiti rifiutati recentemente o di segnalazioni negative presso i Sic o protesti.

L’ istruttoria della cessione del quinto della pensione prevede in alcuni casi l’accesso alle banche dati da parte della finanziaria solo per per valutare il merito creditizio ed eventuali segnalazioni negative non andranno a inficiare sul buon esito della richiesta.

 

Tassi competitivi

Infine i tassi possono essere in alcuni casi molto vantaggiosi. Questo è un prestito garantito con una bassissima percentuale di insolvenza che puo’ permettere alle finanziarie di  avere dei tassi molto competitivi .

Soprattutto per i pensionati giovani , dove il costo della polizza è abbastanza contenuto essendoci un rischio minore.

Richiedi un preventivo gratuito per la cessione del quinto della pensione.

(Visualizzato 546 volte, 1 letture oggi)

Inserisci un commento

Send message via your Messenger App