Cancellazione protesti

Prestiti/Mutui
cancellazione protesti

Hai deciso di richiedere un finanziamento ma ti hanno protestato un assegno o una cambiale?Scopri come ottenere la cancellazione dei protesti

Cancellazione protesti camera di commercio

Come prima cosa cerchiamo di definire bene cosa significa ”essere protestati”.

Il protesto è l’atto pubblico con cui un notaio certifica un mancato pagamento di un assegno o di un altro titolo di credito come la cambiale o il vaglia cambiario.

I protesti devono avvenire entro determinate tempistiche :

  • due giorni feriali per le cambiali con una scadenza definita
  • un anno dall’emissione per le cambiali a vista
  • 8 giorni per un assegno su piazza e 15 giorni se fuori piazza
  • 30 giorni dall’emissione per un assegno circolare

Il protesto di un mancato pagamento viene registrato  presso il registro informatico dei protesti da parte delle Camere di Commercio competente nei 10 giorni successivi alla ricezione degli elenchi da parte dei pubblici ufficiali.

Nel registro vengono inseriti tutti i dati del debitore ed è consultabile pubblicamente telematicamente.


VUOI VERIFICARE SE TI HANNO PROTESTATO UN ASSEGNO O UNA CAMBIALE?VUOI PROCEDERE CON LA RICHIESTA DI CANCELLAZIONE DI UN PROTESTO?


 

Il mancato pagamento di un assegno o di una cambiale non ha conseguenze penali ma solo amministrative. Infatti , oltre a rischiare un decreto ingiuntivo con conseguente pignoramento di beni o di stipendio si rischia anche una sanzione amministrativa.

Le iscrizioni relative ai protesti vengono conservati nei registri per 5 anni dal momento della registrazione anche in caso di mancato pagamento.

Ovviamente dopo 5 anni dalla levata verrà effettuata la cancellazione dei protesti anche senza aver saldato il debito ma chiaramente il debitore potrà comunque rivalersi su di noi per ottenere quanto gli è dovuto.

Vediamo nel dettaglio come possiamo cancellare un protesto

Tempistiche cancellazione protesti cambiale

L’iscrizione del protesto di una cambiale puo’ essere cancellato nei seguenti casi:

  • estinzione del debito entro un anno presentando l’istanza indirizzata al presidente della camera di commercio territoriale
  • se il pagamento avviene dopo un anno bisognerà richiedere la riabilitazione al presidente del tribunale della Provincia di competenza .
  • per errore o illegitimita della levata del protesto

Tempistiche cancellazione protesti assegni

Se invece si tratta di un protesto per il mancato pagamento di un assegno la cancellazione dai registri informatici non avviene in automatico.

Infatti anche qualora si effettui il pagamento del debito entro un anno dalla registrazione della levata la normativa prevede che l’informazione rimanga pubblicata almeno per un anno.

Solo decorsi questi termini , una volta effettuato il pagamento si potrà richiedere la riabilitazione presso il tribunale di competenza.Una volta ottenuta si presenterà l’istanza per la cancellazione dei protesti presso la camera di commercio competente.


TI HANNO PROTESTATO UN ASSEGNO O UNA CAMBIALE?  SCOPRI COME RICHIEDERE IN MODO EFFICACE LA CANCELLAZIONE DI UN PROTESTO.


 

Ottenere un finanziamento con protesti.

Quando si richiede un finanziamento o un apertura di un conto corrente viene eseguita una visura del registro informatico dei protesti . Se si è presenti in questo registro sarà quindi impossibile ottenere un prestito personale ottenendo un rifiuto automatico.

Scopri quali alternative ci sono per ottenere un prestito per protestati.

Bisogna quindi seguire le procedure per la cancellazione del protesto andando in primis a saldare il debito per accelerare il percorso di riabilitazione.

Contattaci per ottenere informazioni sulla cancellazione di  protesti. Grazie ai nostri consulenti possiamo fornirti assistenza per farti ottenere nel minor tempo possibile la riabilitazione e permetterti di richiedere nuovamente un prestito o un conto corrente.

(Visualizzato 140 volte, 1 letture oggi)

Inserisci un commento

Send message via your Messenger App